Torre del Saracino di Gennaro Esposito

Una Torre ed il suo Re.

Napoli è anche ottimo cibo ed una lunga e rodata tradizione culinaria che sa incantare il mondo. Uno dei massimi esponenti della sua cucina è certamente Gennaro Esposito che, dal suo Torre del Saracino, nella splendida Vico Equense, mantiene vivida ed alta la fama della tradizione enogastronomica campana.

La Torre del Saracino, da ormai 23 anni, è certamente uno di quegli esempi di bellezza, ospitalità e buon gusto che meglio sanno esaltare le caratteristiche di una terra splendida come quella campana. E quale miglior riconoscimento per Gennaro Esposito che ricevere le ambite due stelle Michelin nel 2008!

Nel suo splendido ristorante, sito in una torre del VIII secolo dagli arredi moderni affacciata sul mare, lo chef Gennaro Esposito ha saputo regalarmi una delle migliori domeniche d’ottobre degli ultimi anni. Ad aiutarlo hanno contribuito la gentilezza e l’amore per il proprio lavoro di Enzo, il maestro di Sala, e di tutta la brigata.

Il menù scelto è stato totalmente lasciato al gusto e all’ispirazione della cucina, avendo scelto il Menù dello Chef, composto da ben 11 portate. Ad accompagnarlo una selezione di 4 differenti calici di vino.

La location è stupenda così come la vista che si gode dal ristorante. Il poter rilassare lo sguardo, tra una portata e l’altra, guardando il mare arricchisce ancora di più quello che è il viaggio proposto da Gennaro Esposito.

Prima di lasciarvi con le foto e la descrizione dei piatti, speranzoso che possiate presto passare a “trovare” Gennaro Esposito, mi permetto di esprime un sintetico giudizio dell’esperienza vissuta.

Tecnica classica perfettamente eseguita, gran lavoro sulla verdura. Ho trovato una cucina sincera, sempre elegante, espressa in un percorso che sà valorizzare le materie prime e far sognare i commensali.

I piatti che hanno composto il menù:

Panino di farina di segale e limone, grissini tirati con farina di semola e taralli  all’olio di oliva.

Palamito leggermente affumicato, Nduja piccante e crema di tarallo di Agerola.

Gambero cotto dolcemente, con insalatina allo zenzero e salsa del suo corallo.

Millefoglie di seppia e sauro, con zuppetta di sedano e tartufi di mare.

Triglia in umido con gnocchi di bietola e caprino.

Zuppetta di olive nocellara e mandorle, purea di finocchi e pesce bandiera anni ‘80.

Risotto al pomodoro cuore di bue con limone candito, calamaretti e provola affumicata.

Minestra di pasta mista con piccoli pesci di scoglio e crostacei.

Ravioli di pollo alla cacciatora, cavolo nero e Russula Virescens.

Merluzzo affumicato, purea di cavolfiori, salsa di lattuga e acciughe.

Agnello con tartufo bianco.

Mousse al cioccolato con sorbetto di mango.

Soufflè al bianco di limone, sorbetto di sfusato amalfitano e tisana.

Piccola pasticceria: coccole finali.

Per informazioni e prenotazioni: http://www.torredelsaracino.it/

Torre del Saracino – Via Torretta, 9, 80069 Marina d’Aequa,Vico Equense NA (Chef Gennaro Esposito)

Frank Zampa